Sono ormai oltre 3 anni che parlo in maniera approfondita della vitamina K2, e credo che nel futuro se ne parlerà ancora di più, mano a mano che verranno effettuati nuovi studi di efficacia di questa importante vitamina, ahimé molto carente nell’alimentazione moderna.

Già molti anni fa un dentista di Cleaveland, Weston Price, aveva notato che popolazioni native che consumavano cibi della loro terra, soprattutto un burro di colore giallo, avevano denti praticamente perfetti.

Nessuna carie, niente tartaro, denti perfettamente uniti e dritti, indice di un ottimo sviluppo dentale nei bambini, e poi via via nell’adolescenza e fino all’età adulta.

Cosa c’era in questo alimento da favorire il benessere e la salute dei denti????

Ovviamente la vitamina K2, che lui chiamò ATTIVATORE X…

In realtà l’alimento in questione conteneva anche la vitamina D3 e la vitamina A; è proprio il contenuto di vitamina A a conferire il colore giallo-arancio al burro su menzionato…tanto che Weston Price parla di queste 3 vitamine liposolubili come di ATTIVATORI LIPOSOLUBILI…di una triade perfetta per il benessere individuale.

Se sei iscritto alla newsletter, avrai sicuramente letto il report dove ne parlo in maniera esaustiva, difatti integrare la vitamina D3 e la K2 SENZA la vitamina A è un grave errore perché….iscriviti alla newsletter e lo scoprirai… 🙂

Poi ci sono quelli che prendono tutti gli integratori separatamente…anche qui non si capisce proprio il motivo dato che nel cibo i nutrienti li trovi esattamente insieme…il burro ghee grassfed ne è un esempio…ma ci sono anche le frattaglie grassfed o le uova (soprattutto il tuorlo) di galline allevate all’aperto libere di mangiare vermi ed erba..eh si tutti questi superfoods contengono D3, K2, vitamina A, gruppo B, vitamina E e molto altro….la natura non è scema…

Ma torniamo alla salute dentale….in che modo la k2 può aiutare ad avere denti più sani???

Semplice, la k2 attiva una proteina che ha il compito di indirizzare il calcio in ossa e denti…questa proteina si chiama osteocalcina!

Cosa succede se non hai abbastanza K2 per attivarla???? Succede che nella tua saliva sarà presente troppo calcio…e dato che 2 ghiandole salivari si trovano proprio sotto la lingua, capita molto spesso che si formi tartaro soprattutto dietro la tua arcata dentale inferiore…è proprio lì che se ne accumula in eccesso.

Purtroppo le 2 ghiandole salivari sotto la lingua producono saliva di continuo…un pò meno quelle che si trovano all’altezza dell’arcata superiore che secernono saliva quando mastichiamo!

Risultato??? Più placca, più tartaro…insomma denti meno sani…

Ora guardiamo insieme questa recensione

Direi eccezionale…dopo solo UN MESE di utilizzo…tra l’altro a mezzo dosaggio…ma vabbé ognuno integra seguendo il suo istinto e le sue sensazioni…comunque anche un solo cucchiaino è già una integrazione molto buona….

Paleocomplex garantisce una integrazione completa in un UNICO prodotto, praticamente non hai bisogno di altro…D3, K2, A, Magnesio, Zinco e Boro…ti cito questi perché la D3 andrebbe sempre associata a TUTTI i suoi cofattori, non solo alla K2…e come vedi l’efficacia ne è la testimonianza….inoltre è proprio Weston Price che parlò delle vitamine liposolubili A, D3, K2 come sinergiche da assumere insieme.

Concetto che poi fu ripreso dalla naturopata Kate Bleaume nel suo libro riguardante la K2.

E’ proprio da quel libro che ho estratto il report sulla K2 di cui ti parlavo e che puoi leggere comodamente a casa tua iscrivendoti alla newsletter.

In realtà riceverai ben 4 report ed il testo di Linus Pauling di 320 pagine in PDF…

Fossi in te non me li perderei…

Tornerò ancora su questi argomenti che ritengo molto interessanti…per ora ti saluto e iscriviti alla newsletter inviando il modulo qui sotto…

Alla prossima

Lorenzo


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Translate »
error

Segui Paleocomplex sui social e rimani aggiornato con informazioni utili e promozioni